Ambiente

In funzione in Germania i primi treni a idrogeno

in funzione in germania i primi treni a idrogeno
Foto: Alstom | René Frampe

Alstom lancia in Germania il primo dei treni a idrogeno, segnando così un’altra vittoria nel percorso verso la sostenibilità ambientale.

La compagnia francese di trasporti ferroviari sviluppa il Coradia che percorre fino a 1000 km con un solo pieno. Il treno è dotato di celle a combustibile che trasformano in elettricità l’idrogeno immagazzinato sul tetto e l’ossigeno ambientale.

Inoltre, il Coradia adopera batterie agli ioni di litio che servono anche per immagazzinare l’energia recuperata durante la frenata. La successiva accelerazione poi, recupera tale energia. Nonostante abbiano la stessa portata dei treni a gasolio, questi non producono emissioni di gas serra.

I treni a idrogeno sono più economici da alimentare rispetto a quelli che necessitano di combustibile fossile.

Questi treni a idrogeno non producono rumore ed emettono solo vapore acqueo e acqua condensata – dice Alstom. Il Coradia è particolare per la sua combinazione di elementi innovativi. Innanzitutto convertono l’energia e la immagazzinano nelle batterie. Ma soprattutto controllano intelligentemente la forza di trazione e di energia disponibile.”

Due treni Coradia iLint viaggiano tra Cuxhaven, Bremerhaven e Buxtehude Bremervörde, una linea di 100 chilometri in Bassa Sassonia. Questi treni a idrogeno raggiungono 140 km orari. Hanno un’autonomia quotidiana di 800 km e trasportano 300 persone. Sempre più paesi esprimono il loro interesse nell’eco-friendly transit. Alstom, infatti, si aspetta di lanciare 14 treni a idrogeno nei prossimi anni.

Inoltre, durante l’incontro informale tenutosi a Linz in Austria dal 17 al 18 settembre, i ministri dell’Energia hanno siglato l’Hydrogen Initiative. Questo documento di indirizzo politico è un sostegno allo sviluppo dell’idrogeno sostenibile. Ciò soprattutto nell’ottica della decarbonizzazione dell’economia. Si garantirebbe, in aggiunta, una fornitura di energia sicura, competitiva, disponibile e sostenibile per l’Unione Europea.

Alstom non è nuova alle politiche ambientali e spinge la ricerca sulla riduzione delle emissioni di gas nocivi da diverso tempo. Essa è infatti una multinazionale con sedi in tutto il mondo.

Le buone notizie sui treni anche in questi articoli

Interrail Global Pass per restare connessi in Europa

Viaggi in treno gratuiti per i diciottenni

Vuoi ricevere anche tu le buone notizie di epeira.it? Unisciti agli altri 937 iscritti. Ti manderemo una mail a settimana con una accurata selezione di buone notizie.

Scrivi un Commento

cinque × 5 =