In occasione del World Oceans Day dell’8 giugno scorso, il Brydie UK ha ideato un modo per riciclare i prodotti di bellezza per ridurre al minimo l’impatto sul clima.

In questi ultimi anni l’inquinamento, provocato dalla plastica delle migliaia di barattolini di cosmetici che utilizziamo quotidianamente, ha subito una grandissima e gravosa crescita.

Chi non ha, almeno una volta, buttato il contenitore dello shampoo o il tubetto del rossetto nella spazzatura. Probabilmente lo abbiamo fatto senza pensare che sarebbero potuti essere materiali riciclabili.

Per esempio riciclare una bottiglia di bagnoschiuma permette di generare abbastanza energia per alimentare uno spremiagrumi; una di gel doccia, poi, risparmia abbastanza per tostare tre fette di pane. Basta smaltire correttamente due bottigliette per fare colazione ogni mattina a impatto zero.

Ma come si fa? Le regole sono poche e molto smeplici.

Proprio come i vasetti di marmellata è possibile riciclare qualsiasi prodotto di bellezza imbottigliato in vetro, purché sia stato lavato. Bisogna però fare attenzione ai vasetti degli smalti per unghie che non possono essere riciclati.

Per quanto riguarda la plastica bisogna far presente che è sicuramente il materiale più utilizzato tra i prodotti di bellezza quindi richiede una maggiore attenzione. Il miglior modo di smaltirla è sicuramente quello di lavare la bottiglia, schiacciarla per risparmiare spazio e chiuderla con il suo coperchio.

Gli oggetti di trucco come rossetti e palette per ombretti sono purtroppo i più difficili da riciclare, prima di gettarli nell’indifferenziata però sarebbe meglio assicurarsi che il marchio del prodotto non abbia il proprio schema di riciclaggio. MAC, la famosissima marca di cosmetici, ha il suo schema Back to MAC. Se acquisti sei vasetti vuoti li ricicleranno per te e potrai ricevere in omaggio uno dei suoi rossetti come ringraziamento.

Negli ultimi tempi fare la raccolta differenziata è diventata una vera e propria necessità per il nostro pianeta, basta davvero poco per essere amici dell’ambiente; come in cucina ci preoccupiamo di smaltire i rifiuti correttamente, anche in bagno non è poi così difficile fare la stessa cosa.

Vuoi ricevere anche tu le buone notizie di epeira.it? Unisciti agli altri 102 iscritti. Ti manderemo una mail a settimana con una accurata selezione di buone notizie.

Riguardo l'autore

Daniele D'Amato

Daniele D'Amato

Direttore Responsabile. Giornalista, fotografo e insegnante; lauree in Scienze della Comunicazione e in Sociologia e Ricerca Sociale; masters in DSA e in ADHD. Fondatore e Presidente dell’associazione fotografica Photosintesi per 10 anni; fondatore e direttore editoriale della testata fotografica IVISIVI; Amministratore dello studio fotografico Comunickare; Collaboratore di “Fotografia Reflex”; docente di Linguistica delle immagini e Metodologia del Portfolio nelle scuole di fotografia; fondatore e Presidente del Collettivo Fotografico Xima.

Scrivi un Commento

sette − tre =