Ambiente

Scottish Power fornisce esclusivamente energia eolica

Scottish Power, fornisce elettricità esclusivamente dal vento
Foto Andrew Lee | andrewleephotographer.com

La Scottish Power diventa la prima maggiore azienda del Regno Unito ad abbandonare i combustibili fossili in favore dell’energia eolica. Essa ha infatti venduto alla Drax i gas rimanenti e le hydro stazioni per 702 milioni di sterline.

I clienti usufruiranno ancora per un po’ di elettricità proveniente da fonti non-verdi che la compagnia ha comprato da altri operatori. L’azienda ha però dichiarato di essere libera di investire in energia rinnovabile nel Regno Unito adesso. Le principali energie utilizzate dalla Scottish Power sono l’energia solare, eolica ed energie derivate da piogge, maree e onde.

Pianifica di investire 5,2 miliardi di sterline nei prossimi quattro anni per ottenere più del doppio dell’energia rinnovabile che la compagnia possiede oggi.

Keith Aderson, il direttore esecutivo della compagnia, parla di un cambio cruciale. “Ci stiamo lasciando alle spalle la generazione del carbonio per un futuro rinnovabile caratterizzato da energia economica e verde. Abbiamo abbandonato il carbone, venduto il gas e prodotto abbastanza vento da fornire energia a 1,2 milioni di case”.

La compagnia è la prima dei sei grandi fornitori britannici di energia a compiere questo radicale cambiamento. Le altre grandi compagnie sono: British Gas, EDF Energy, E.ON, Npower e SSE.

Scottish Power ha già chiuso tutte le miniere di carbone e ha 2,700MW di energia eolica già disponibile o in via di sviluppo.

Kate Blagojevic, direttrice dell’energia a Greenpeace UK, afferma che il cambiamento di Scottish Power è parte di un trend molto più vasto.

“I servizi pubblici in Europa hanno rinunciato alle loro infrastrutture di combustibile fossile per adottare una strategia economica e ambientale. La mossa di Scottish Power mostra come lo stesso metodo funzioni anche nel Regno Unito. Non è mai stato più chiaro come l’energia rinnovabile sia il futuro del mondo. Abbiamo bisogno che il governo dia più spazio all’industria dell’energia pulita anziché sostenere le compagnie che forniscono carburante fossile e nucleare”.

Il governo britannico si sta muovendo per mettere in atto i cambi necessari rispetto al settore dell’energia nazionale, così come quelli riguardanti l’industria, i trasporti ed edile.

Le buone notizie sulle energie verdi anche in questi articoli

Free Electric, la cyclette che produce energia a costo zero

Flexidao: servizi elettrici con un occhio all’ambiente

Vuoi ricevere anche tu le buone notizie di epeira.it? Unisciti agli altri 933 iscritti. Ti manderemo una mail a settimana con una accurata selezione di buone notizie.

Scrivi un Commento

1 × 3 =