Ambiente

Studenti 14enni lanciano la Startup #CheTiCosta

studenti-14enni-lanciano-la-startup-cheticosta-2
Giovanna Nuzzo
Scritto da Giovanna Nuzzo

Si fanno chiamare gli ECOisti, sono un gruppo di studenti di soli 14-15 anni e dal più profondo Sud Salento hanno lanciato la Startup #CheTiCosta.

L’obiettivo è ambizioso e vuole inviare un importante messaggio: insegnare ai loro compagni e agli adulti  in genere il rispetto per lo spazio comune, la città e l’ambiente.

Lo fanno attraverso un’innovativa Startup ma soprattutto grazie alla creatività e all’ingegno che contraddistingue da sempre la loro scuola, l’istituto tecnico economico Galilei-Costa di Lecce.

Sono un gruppo di studenti al primo anno di scuola superiore e fin da subito hanno deciso di impegnarsi attivamente nel sociale. In particolare nel settore dell’eco-sostenibilità, con la volontà di sensibilizzare la cittadinanza ad una cura che sia sempre più attenta dei luoghi comuni.

Lo faranno a colpi di hastag #CheTiCosta, nome evocativo della loro campagna, che sarà riportato su centinaia di targhette da legare sugli arredi della città.

E così i cestini dei rifiuti, le fermate del bus, le panchine della città di Lecce saranno colorate dalle targhette della startup #CheTiCosta, insieme ad una serie di acuti interrogativi.

#ChetiCostaDifferenziareCorrettamente? #CheTiCostaNonSporcare?

L’idea è quella di suscitare un’acuta riflessione prima di sporcare le strade della città, prima di inquinare. A tal proposito i ragazzi lanciano una provocazione: Se nessuno butta carta o lattine per terra nel proprio soggiorno, perché buttarle per strada?

Così gli studenti della 1A dell’Istituto hanno presentato e proposto il progetto al Comune di Lecce che potrebbe avere la possibilità di essere la città pilota per poi espandere l’iniziativa in ogni comune del Salento, e perché no, dell’Italia intera. A sostegno dei giovani e della loro startup si è proposto Attilio Caputo, direttore del Gruppo Caroli Hotels, sempre attento a tali tematiche.

#CheTiCosta è una sfida sicuramente ambiziosa, ma ha il grande pregio di essere stata lanciata da un gruppo di ragazzi di soli 14 anni. Loro infatti hanno il futuro in mano e il sogno di vedere altrettanti ragazzi pronti a insegnare a tutti il rispetto per le cose comuni.

“Siamo convinti – sostengono i ragazzi – che se tutti iniziassero a comprendere che la città e tutti gli ambienti intorno sono esattamente come casa propria, ci penserebbero due volte prima di sporcare, trascurare o distruggere.”

Vuoi ricevere anche tu le buone notizie di epeira.it? Unisciti agli altri 972 iscritti. Ti manderemo una mail a settimana con una accurata selezione di buone notizie.

Riguardo l'autore

Giovanna Nuzzo

Giovanna Nuzzo

Vent'anni, radici nel Salento ma trasferita a Bologna dove studia per diventare giornalista. E' impegnata nel volontariato da quando aveva quattordici anni con un'associazione locale. Da qualche anno insegna italiano in una scuola per migranti e rifugiati politici di Bologna. Vive di passi, viaggi e sorrisi. Con il cuore a Sud, sogna di tornare nel suo paese e vivere di quello che sarà il suo lavoro.

Scrivi un Commento

diciotto − 8 =