Lo scorso 20 luglio, 361 golden retriever provenienti da tutto il mondo si sono incontrati a Guisachan Estate, Tomich in Scozia, per festeggiare il centocinquantesimo compleanno della razza canina.

Circa 361 golden retriever hanno preso parte alla riunione che era stata organizzata dal Golden Retriever Club of Scotland.

Il club che ha organizzato la manifestazione è stato fondato nel 1946 e il suo obiettivo principale è quello di incoraggiare l’allevamento della razza e promuovere i suoi aspetti lavorativi. Tutti i membri del club sono accomunati dalla passione e interesse per i golden retriever.

Secondo l’organizzazione, l’evento ha ospitato il maggior numero di cani di sempre. Nel 2006, infatti, solo 188 golden retriever avevano partecipato all’incontro.

Dudley Majoribanks, anche conosciuto come Lord Tweedmouth, diede il benvenuto alla prima cucciolata di Golden Retriever il 19 luglio 1868.

I primi cuccioli di Golden Retriever nacquero dopo che Lord Tweedmouth incrociò un wavy-coated retriever con un tweed water spaniel.

Il Lord scozzese avevagià precedentemente provato a dare vita ad una razza che potesse nuotare per lunghe distanze.

Ashleigh Baird, ospite dell’evento, ha detto a LADbible:”è stato un giorno fantastico ed è stato bellissimo vedere tutti i golden giocare e divertirsi insieme. Siamo rimasti così sorpresi che tanta gente avesse viaggiato e che provenisse da tutto il mondo per essere qui! Questo ha reso tutto molto speciale. Abbiamo cercato di accarezzare e coccolare tutti i 361 golden retriever ed è stato un paradiso!”

Il golden retriever è un ottimo cane da lavoro e da compagnia, è molto usato anche come cane per ciechi, cane di servizio per disabili, da terapia e antidroga.

Il suo temperamento è buono e affettuoso. Inoltre, il Golden Retriever è un cane per famiglie ideale, socievole e affettuoso con i bambini. Ha bisogno di sentirsi parte della famiglia e pienamente coinvolto nelle sue attività.

Vuoi ricevere anche tu le buone notizie di epeira.it? Unisciti agli altri 225 iscritti. Ti manderemo una mail a settimana con una accurata selezione di buone notizie.

Riguardo l'autore

Rita Carbonara

Rita Carbonara

La vera patria di Rita è l’Inghilterra. Le chitarre, James e Graham Jonathan fanno parte di questo mondo incantato che Rita usa per scaricare tutta l’energia accumulata durante la giornata. La lettura è uno dei rifugi in cui si trova meglio, specie se si tratta di Dickens. Esploratrice, ama i dettagli e mettere nero su bianco tutto per poi rivivere i momenti più belli all’infinito.

Scrivi un Commento

5 × 1 =