Ares diventa un cane poliziotto dopo che una signora lo trova per strada e lo rifocilla.

è un pastore tedesco che una signora ha trovato per strada lo scorso anno e, dopo aver cercato in tutti i modi di rintracciare il proprietario, ha chiamato la polizia che lo ha fatto diventare un vero cane poliziotto.

Era l’estate del 2017 quando una signora, residente nel quartiere Morena di Roma, ha notato un cane tipo pastore tedesco gironzolare per le vie della città. Il cane si è lasciato avvicinare e la signora, intenerita forse dal suo sguardo e complice la richiesta di cibo del cane, lo ha accolto nel suo garage, dandogli un riparo per la notte e rifocillandolo a dovere.

Nei giorni seguenti la signora ha cercato di rintracciare il proprietario chiedendo in giro nel suo quartiere. E’ andata anche da un veterinario per cercare di risalire al proprietario tramite il microchip, ma il cane non aveva nemmeno quello.

Così la signora, non sapendo cos’altro fare e non potendo tenerlo con sé, si è rivolta alla Polizia di Stato. La squadra cinofili della Questura di Roma ha avviato l’iter gerarchico e burocratico per poter vedere il cane e valutarne l’idoneità ai servizi di polizia.

Ares, il pastore tedesco che è diventato un cane poliziotto

Ares, il pastore tedesco che è diventato un cane poliziotto

Così il pastore tedesco di circa un anno, si è dimostrato un cane equilibrato. Mansueto e coraggioso nel giusto, aggressivo all’occorrenza e rispettando gli ordini che gli venivano impartiti. Così è stato arruolato nel reparto cinofilo della Polizia di Stato e i suoi istruttori lo hanno battezzato con il nome di Ares.

Ares ha così potuto frequentare (e superare brillantemente) il corso del reparto della durata di 10 settimane per diventare un cane della Polizia di Stato. Ares dunque è entrato nella squadra antiterrorismo e ordine pubblico, andando a sostituire Giolly, una femmina di 10 anni che è andata in pensione.

Il primo giorno di lavoro di Ares è stato in via del corso e nelle stazioni metropolitane limitrofe di Roma.

Riguardo l'autore

Daniele D'Amato

Direttore. Fotografo e insegnante, lauree in Scienze della Comunicazione e in Sociologia e Ricerca Sociale; masters in DSA e in ADHD. Fondatore e Presidente dell’associazione Photosintesi per 10 anni; fondatore e direttore della testata fotografica IVISIVI; Amministratore dello studio fotografico Comunickare; Collaboratore di “Fotografia Reflex”; docente di Linguistica delle immagini e Metodologia del Portfolio nelle scuole di fotografia; fondatore e Presidente del Collettivo Fotografico Xima.

Scrivi un Commento