Animali

Cane poliziotto accoltellato alla gola e salvato dalla trasfusione di un collega

cane-poliziotto-accoltellato-alla-gola-e-salvato-dalla-trasfusione-di-un-collega

Cosmo, è un cane poliziotto che durante un’attività è stato accoltellato alla gola e che è riuscito a salvarsi grazie alla trasfusione di sangue fatta da un altro cane suo collega.

L’agente Regan Turner ed il suo fedele collega a quattro zampe Kosmo erano impegnati in un’operazione per salvare una famiglia di Kaiapoi, vicino Christchurch, in Nuova Zelanda.

Mentre l’agente si era allontanato per inseguire il delinquente, ha notato la lunga assenza del suo cane al suo fianco e si è preoccupato.

“Era tardi, non riuscivo a vederlo, sapevo che era stato ferito perchè di solito mi risponde al primo comando”, ha rivelato in seguire all’accaduto.

Poco dopo ha ritrovato Kosmo riverso in una pozza di sangue e l’uomo è accorso al suo fianco per soccorrerlo.

Il malvivente lo aveva accoltellato alla gola, provocandogli un taglio di quattro centimetri vicino all’arteria carotide.

“Ero sicuro che sarebbe morto: l’ho trovato privo di conoscenza, aveva perso tantissimo sangue e non rispondeva”, ha spiegato ancora il poliziotto. “Mi sono subito gettato su di lui e ho cercato di bloccare l’emorragia con una mano, poi ho chiamato i soccorsi”.

cane-poliziotto-accoltellato-alla-gola-e-salvato-dalla-trasfusione-di-un-collega-2

Kosmo è stato subito trasportato con un elicottero in una clinica veterinaria.

L’agente Turner ha immediatamente lanciato un appello sui social per cercare un donatore di sangue per slavare Kosmo.

Un altro poliziotto, l’agente Craig Moore, ha risposto prontamente all’appello proponendo la sua cagnolina Oza.

“Sono sicuro che Oza è stata felice di aiutare”, è stato l’orgoglioso commento dell’agente Moore riguardo al suo generoso e tempestivo gesto.

Kosmo, nei suoi due anni di servizio, ha contribuito a rintracciare a catturare centinaia di criminali insieme al suo padrone ma ora, insieme ad Oza, dovrà rispettare qualche settimana di riposo prima di tornare a lavoro.

Nonostante la sua ferita, l’animale mostra i segni di un notevole miglioramente e non ha preso la sua vitalità ed il suo padrone è molto orgoglioso del suo carattere forte, infatti ha raccontato: “Inizia già a infastidirmi di nuovo, mi salta addosso e mi lecca la faccia”.

Nel frattempo l’aggressore, un 29enne, è stato catturato ed arrestato.

Vuoi ricevere anche tu le buone notizie di epeira.it? Unisciti agli altri 923 iscritti. Ti manderemo una mail a settimana con una accurata selezione di buone notizie.

Scrivi un Commento

uno × 2 =