L’ENPA (Ente Nazionale di Protezione Animali) interviene sulla questione dell’assistenza sanitaria per i cani militari in pensione.

I cani militari svolgono importanti missioni

Molti cani, di diverse razze, sono impiegati nelle missioni militari. Il loro addestramento è lungo e difficoltoso, paragonabile quasi a quello dei loro padroni. Il coraggio di questi animali, infatti, è notevole proprio per lavorare al fianco dei loro colleghi umani. Molto spesso, l’aiuto dei quattro zampe è fondamentale per la riuscita di diverse operazioni militari.

“Il sodalizio storico tra l’uomo e il cane trova nell’Esercito una delle realizzazioni più esemplari” ribadisce la presidente dell’ENPA Carla Rocchi. “Si deve infatti alla collaborazione tra gli animali e i militari il successo di molte operazioni che hanno salvato vite umane. Operazioni che richiedono una dura preparazione e che, nella maggior parte dei casi, si svolgono in situazioni di grande pericolo”. Un giusto riconoscimento per questi cani coraggiosi.

L’ENPA ha richiesto un intervento veloce al Ministro della Difesa Lorenzo Guerini per chiedere assistenza sanitaria ai cani militari in pensione.

“Nonostante le numerose difficoltà e il forte stress cui sono sottoposti, i cani continuano a offrire la propria collaborazione agli esseri umani supportandoli nelle fasi più critiche senza far mai venire meno il proprio affetto e la propria lealtà – prosegue la presidente. – Il debito che il nostro Paese ha nei confronti di queste straordinarie creature è dunque incalcolabile. Per questo motivo credo che sia un dovere morale da parte del suo ministero impegnarsi affinché venga reintrodotto nel provvedimento correttivo al riordino dei ruoli al vaglio delle commissioni parlamentari, o nel primo veicolo legislativo utile, la nota espunta che prevedeva l’assistenza sanitaria per i cani in pensione”.

Il Consiglio intermedio di Rappresentanza dell’ENPA specifica che questa pensione inizia per i cani soldato ad otto anni.

Questa è un’età in cui termina il loro lavoro. Con questa assistenza sanitaria possono vivere serenamente la loro pensione dopo anni di eroico e fedele servizio alla Nazione.

Vuoi ricevere anche tu le buone notizie di epeira.it? Unisciti agli altri 225 iscritti. Ti manderemo una mail a settimana con una accurata selezione di buone notizie.

Riguardo l'autore

Mariarosaria Guido

Mariarosaria Guido

Ventunenne, appassionata di musica, arte e ancor prima della scrittura. Ha studiato violino per circa dieci anni e si è diplomata al Liceo Artistico. Vanta numerose partecipazioni e qualche vittoria in altrettanti concorsi di poesia. "I sogni camminano" è il suo romanzo d'esordio nel 2019. Le piace indagare e approfondire senza fermarsi alle apparenze, stare all’aria aperta e preferisce il vintage al post-modernismo.

Scrivi un Commento

3 × quattro =