Cultura

Achmad Zulkarnain il fotografo senza braccia e senza gambe

Achmad Zulkarnain
Achmad Zulkarnain
Alessio Annunziata
Scritto da Alessio Annunziata

Achmad Zulkarnain, è un fotografo indonesiano 24 enne, nato senza arti ma che con la sua tenacia è riuscito a diventare un professionista di successo.

Achmad è nato privo di braccia e gambe, ma la sua abilità espressiva gli ha permesso di farsi strada nel campo della fotografia, diventando un fotografo ritrattista di successo.

Oggi il suo profilo instagram conta più 42 mila followers, e tutti possono ammirare le sue immagini.

L’amore per le immagini e per la fotografia è nata a lavoro. Il giovane Achmad infatti era impiegato presso un internet café che offriva anche servizi fotografici. E’ stato amore a prima vista. Decide di comprare la sua prima macchina fotografica a debito. Fa pratica. Per scattare le fotografie riesce a sviluppare una tecnica, utilizzando prevalentemente la testa, la bocca e la lingua. In breve la sua Fotografia viene conosciuta e il pubblico si appassiona alla sua storia.

Oggi il suo sogno è divenuto realtà. Si è specializzato in fotografia di ritratto e addirittura insegna tecnica fotografica in alcune scuole di fotografia.

Una disabilità che si è rivelata un vero e proprio punto di forza, una unicità.

Unicità posseduta da molti atleti e personaggi dello spettacolo che hanno trasformato la propria disabilità in un vero marchio di fabbrica. Proprio la disabilità ha fatto superare i limiti che la vita presenta loro in quelle situazioni, utilizzando solo la forza di volontà. L’italiana Bebe Vio per esempio, grazie alla sua volontà, è diventata campionessa paraolimpica di fioretto femminile nelle olimpiadi di Rio de Janeiro. Nonostante le sue difficoltà, poiché le sono state amputate gambe e gli avambracci in seguito a una meningite fulminante, ha deciso di non arrendersi. Anzi, l’occasione le ha permesso di aggrapparsi alla vita e realizzare il suo sogno: vincere una medaglia.

Personaggi famosi a parte però, molte persone che definiamo comuni, lottano continuamente per realizzare i propri sogni. E  proprio dagli insegnamenti di Achmad e di Bebe, dobbiamo porre le basi per capire che la vita è un vero dono. Nessun imprevisto ci ci deve impedire di continuare ad avere voglia di vivere.

Vuoi ricevere anche tu le buone notizie di epeira.it? Unisciti agli altri 972 iscritti. Ti manderemo una mail a settimana con una accurata selezione di buone notizie.

Riguardo l'autore

Alessio Annunziata

Alessio Annunziata

Frequenta il Liceo Scientifico ed è un ragazzo energico, pieno di vita e pronto a mettersi in gioco per qualsiasi evenienza. Da sempre curioso, ha voluto avventurarsi e fare nuove esperienze senza mai porre limiti. Ha numerose passioni, soprattutto sportive; segue infatti calcio, pallavolo, basket e altri sport minori. E' sufficientemente testardo e caparbio.

Scrivi un Commento

diciannove − cinque =