Cultura

Michaela Noroc e il suo progetto “The Atlas of Beauty”

mihaela-noroc-the-atlas-of-beauty-1
La fotografa rumena Michaela Noroc
Martina Marzo
Scritto da Martina Marzo

Michaela Noroc è una fotografa di origini rumene che con il suo progetto “The Atlas of Beauty” ha deciso di lasciarsi tutto alle spalle e partire in giro per il mondo alla ricerca della bellezza.

L’infanzia di Michaela è stata costellata dai colori, il padre è infatti un pittore. All’età di 16 anni scopre il potere unico e straordinario della fotografia di fissare nell’eternità un istante, una sensazione, un colore, una sfumatura. Sfortunatamente, però, Michaela non può vivere della sua passione, perciò si dedica ad altre occupazioni per guadagnarsi di che vivere. Ma la sua naturale propensione a ritrarre la bellezza del mondo rimane viva in lei al punto di indurla, a 27 anni, ad abbandonare la sua ordinaria vita e partire per una meravigliosa avventura che ha il nome di The Atlas of Beauty.

Affascinata dalla diversità del pianeta, decide di immortalarne l’autenticità in una delle sue più alte espressioni: la bellezza femminile.

Oggi Mihaela ha 33 anni e da 6 è in giro per il mondo a fotografare volti femminili nei cui tratti sia scolpita una storia. Ha attraversato 60 paesi e raccolto migliaia di ritratti di donne di tutte le età, le etnie e le estrazioni sociali, per dimostrare che la bellezza non è un dono riservato a pochi, ma è nell’essenza di ogni essere umano.

“Ci sono milioni di donne in tutto il mondo – dice Mihaela – che lavorano duro per raggiungere i loro obbiettivi. Probabilmente dall’esterno il loro lavoro non sembra così spettacolare. Spero che avrò modo di fotografare alcune di esse per il mio progetto, per dimostrare con la loro bellezza interiore ed esteriore, quanto siano speciali”.

I ritratti di Mihaela nei più remoti angoli del mondo sono ora confluiti in un libro, e sono accompagnati dalle storie di vita di ogni donna fotografata. Sfogliando le pagine, si incontrano i volti più diversi tra loro e allo stesso tempo ugualmente bellissimi. Occhi color nocciola, verdi o di ghiaccio, incarnato roseo, scuro, color ambra, capelli ricci o lisci, biondi come l’oro o neri come la pece. Sono questi gli ingredienti che fanno del progetto e del libro di Mihaela Noroc una novità assoluta, apprezzata molto anche dai mass media.

A un’infinità di volti e bellezze, corrisponde un’uguale varietà di storie e situazioni.

Vi sono donne vestite in abiti tradizionali e ragazze che vestono all’ultimo grido. Ballerine che inseguono il proprio sogno e chi ha perso l’uso dei propri arti ma che continua a combattere. Donne rifugiate nei campi profughi e volontarie che danno il proprio sostegno a chi ne ha bisogno. È questo The Atlas of Beauty: un progetto che abbatte tutte le frontiere e dimostra come l’umanità sia depositaria della bellezza più vera e più autentica.

La bellezza salverà il mondo (Fëdor Dostoevskij).

Vuoi ricevere anche tu le buone notizie di epeira.it? Unisciti agli altri 991 iscritti. Ti manderemo una mail a settimana con una accurata selezione di buone notizie.

Riguardo l'autore

Martina Marzo

Martina Marzo

Classicista disperata prossima alla maggiore età. Il suo amore per le parole l'ha portata a scontrarsi con le anime inclementi del latino e del greco, ma è sicura (o forse no) che un giorno potranno andare d’accordo. Tuttavia, mille e mille altre volte s'incamminerebbe nei profondi ma meravigliosi abissi delle materie umanistiche. Ama trascorrere il tempo libero in compagnia degli “amici” libri, in lunghe passeggiate a cavallo, ascoltando qualsiasi tipo di musica (ma preferisce i Coldplay). Adora gli aforismi e le citazioni.

Scrivi un Commento

5 × 5 =