Ingannare l’attesa senza  giocherellare con un super tecnologico smartphone è impresa ardua nel ventunesimo secolo e per salvarci da questo tragico declino arriva lo Short Story Dispenser, un distributore gratuito di storie e poesie.

Il tempo per leggere-per dirla con le parole dello scrittore Daniel Pennac– dilata il tempo per vivere.

Sarà per questo che la Ces, la fiera dell’hi-tech più grande al mondo, ha deciso di collocare all’interno di luoghi simbolo di attesa, come aeroporti, ospedali, stazioni, dei distributori di brevi storie. Versi e racconti per combattere la noia.

Lo Short Story Dispenser è un piccolo distributore automatico, una colonna da cui esce, sotto forma di scontrino, una storia in base al tempo di cui si dispone. Nessuna preoccupazione: il massimo del tempo stimato è solo di 5 minuti!

I racconti e le poesie sono curate dalla Short Edition. La casa editrice della letteratura breve, capace di coniugare la cultura con i ritmi frenetici della vita. Nasce nel 2011 e in soli 7 anni conta già 230mila lettori abbonati alla sua piattaforma partecipativa, shortedition.com.

Per usufruire dello Short Story Dispenser basta premere un pulsante e indicare il tempo per cui si vuole essere trattenuti. Nessun costo, tutto è gratuito come dovrebbe essere sempre un servizio culturale.

Oltre 19mila sono le storie lette e più di 9mila di autori selezionati. Accanto ai grandi classici della letteratura in pool position,come Virginia Woolf o Shakespeare, troviamo anche autori contemporanei.

Il primo Short Story Dispenser è installato nell’aeroporto francese Charles De Gaulle. Sono 150 le località francesi che hanno seguito l’esempio, mentre già una ventina in pochissimo tempo sono i distributori installati negli Stati Uniti. Una lettura e un sorriso prima della visita dal medico, alcuni versi per il ritardo di un treno. Questa è la sfida dello Short Story Dispenser, avvicinare un possibile nuovo lettore con un avvincente racconto, riempirlo di curiosità e mostrargli quel mondo affascinante della lettura.

Le buone notizie sulla poesia anche in questi articoli

La poesia di Alda Merini come arte della salvezza

Giacomo Leopardi non era pessimista

Vuoi ricevere anche tu le buone notizie di epeira.it? Unisciti agli altri 284 iscritti. Ti manderemo una mail a settimana con una accurata selezione di buone notizie.

Riguardo l'autore

Giovanna Nuzzo

Giovanna Nuzzo

Vent'anni, radici nel Salento ma trasferita a Bologna dove studia per diventare giornalista. E' impegnata nel volontariato da quando aveva quattordici anni con un'associazione locale. Da qualche anno insegna italiano in una scuola per migranti e rifugiati politici di Bologna. Vive di passi, viaggi e sorrisi. Con il cuore a Sud, sogna di tornare nel suo paese e vivere di quello che sarà il suo lavoro.

Scrivi un Commento

10 + 5 =