Ogni amante della lettura si sarà chiesto, almeno una volta nella propria vita, come sarebbe vivere in una libreria. E Forse questo sogno potrebbe essere oggi realizzabile.

The Open Book è la libreria che si trova a Wigtown, uno dei paesini più caratteristici della Scozia e che permettere di passare una vacanza e lavorare nello stesso tempo.

Il paese viene chiamato la città del libro perché tutto ruota intorno a esso. Oltre ad avere una decina di librerie infatti, dalla fine dello scorso millennio ospita il Wigtown Book Festival che dura circa 10 giorni e propone più di 200 eventi legati ai libri.

The Open Book, la libreria in cui si lavora ei si va in vacanza contemporaneamente

The Open Book, la libreria in cui si lavora ei si va in vacanza contemporaneamente

Attraverso Airbnb è possibile affittare per una o due settimane, a poco più di 20 sterline al giorno, sia l’attività commerciale al pianterreno che ospita la libreria e prevede quaranta ore di lavoro settimanale; sia lo splendido appartamento al piano superiore con tanto di Wi-fi gratuito e fiori da annaffiare.

L’iniziativa lanciata da un’associazione senza scopo di lucro è nata dalla volontà di non far chiudere la libreria che era sul punto di abbassare definitivamente le saracinesche a causa della crisi. Ma nello stesso tempo per offrire un’esperienza di vacanza unica.

Gli ospiti possono visitare Wigtown, un tempo Royal burgh scozzese che oggi conta circa novecento abitanti e i cui paesaggi sono avvolti da uno splendore senza tempo, esplorare i territori più affascinanti della Scozia e infine essere circondati da tutto ciò che gli amanti della lettura più preferiscono: i libri.

Sul sito della libreria theopenbookwigtown è possibile – come riporta la descrizione – seguire le avventure degli ospiti durante il loro soggiorno presso la città nazionale del libro.

Per capire la magia che questo luogo trasmette basta leggere gli aggiornamenti presenti sul blog. Digna scrive: “E’ stata una avventura meravigliosa, purtroppo dobbiamo lasciarla andare. Divertitevi, prossimi venditori di libri! Ci vediamo presto Wigtown! Non piangerò perché è finita ma sorriderò perché è accaduto…” Rebecca invece afferma: “Speriamo in un tempo migliore per la prossima volta, e sì, torneremo! Non sappiamo precisamente quando ma sicuramente molto presto. Fino ad allora, au revoir!

Gli ospiti provengono da tutto il mondo : Colin e Arminta dal Canada, altri dalla Svizzera, Francia e molti anche dal Regno Unito.

Quindi cari lettori, se volete passare una vacanza alternativa e avete la passione per i libri, questa potrebbe essere l’occasione giusta anche per voi.

Fonte: theguardian.com

Vuoi ricevere anche tu le buone notizie di epeira.it? Unisciti agli altri 120 iscritti. Ti manderemo una mail a settimana con una accurata selezione di buone notizie.

Riguardo l'autore

Rita Carbonara

Rita Carbonara

La vera patria di Rita è l’Inghilterra. Le chitarre, James e Graham Jonathan fanno parte di questo mondo incantato che Rita usa per scaricare tutta l’energia accumulata durante la giornata. La lettura è uno dei rifugi in cui si trova meglio, specie se si tratta di Dickens. Esploratrice, ama i dettagli e mettere nero su bianco tutto per poi rivivere i momenti più belli all’infinito.

Scrivi un Commento

13 − 9 =