Scienza

Apple Watch salva la vita a un uomo

apple-watch-salva-la-vita-a-un-uomo
Daniele D'Amato
Scritto da Daniele D'Amato

Un uomo del Westchester, New York è stato ricoverato in un ospedale il mese scorso quando il suo orologio Apple Watch lo ha avvisato di un battito cardiaco pericolosamente veloce.

I medici hanno poi riferito che questa informazione ha contribuito a salvargli la vita.

William Monzidelis, 32 anni, stava lavorando alla pista di bowling della sua famiglia nel Bronx quando ha iniziato ad avere vertigini e un leggero sanguinamento apparentemente inspiegabile. Subito dopo il suo Apple Watch lo ha avvisato di un battito cardiaco eccessivamente alto e gli ha consigliato di rivolgersi a un medico.

La madre lo ha portato subito in ospedale abbastanza allarmata per via dell’emorragia. Durante il tragitto William ha iniziato ad avere anche crisi epilettiche.

I medici del pronto soccorso ben presto scoperto che all’uomo le si era perforata un’ulcera. Aveva urgente bisogno di una trasfusione di sangue prima che potesse subire un intervento chirurgico.

I medici hanno riferito che William si è potuto salvare proprio grazie alla tempestività con cui è stato sottoposto all’intervento. Soprattutto perché essendo giovane e forte e non avendo mai subito altri interventi prima, era considerato una persona in ottima salute.

William ha chiamato il suo Apple Watch “un piccolo angelo che mi guarda”.

Un’adolescente della Florida, Deanna Recktenwald ha avuto un’esperienza simile con il suo Apple Watch. Il suo dispositivo infatti l’ha avvisata di una frequenza cardiaca di 190 battiti al minuto, mentre lei stava assistendo a un servizio di chiesa. L’orologio le ha anche suggerito di consultare un medico.

In ospedale poi ha appreso che soffriva di una malattia renale. La madre in quella occasione ha scritto ad Apple e ha dichiarato: “Sinceramente sento che il vostro orologio Apple ha salvato la vita di mia figlia”.

Apple ha confermato di ricevere molti messaggi di gente che grazie ad Apple Watch ha potuto salvarsi da una morte praticamente certa. “Sono cose che rincuorano”, ha dichiarato il CEO Tim Cook.

Vuoi ricevere anche tu le buone notizie di epeira.it? Unisciti agli altri 972 iscritti. Ti manderemo una mail a settimana con una accurata selezione di buone notizie.

Riguardo l'autore

Daniele D'Amato

Daniele D'Amato

Direttore Responsabile. Giornalista, fotografo e insegnante; lauree in Scienze della Comunicazione e in Sociologia e Ricerca Sociale; masters in DSA e in ADHD. Fondatore e Presidente dell’associazione fotografica Photosintesi per 10 anni; fondatore e direttore editoriale della testata fotografica IVISIVI; Amministratore dello studio fotografico Comunickare; Collaboratore di “Fotografia Reflex”; docente di Linguistica delle immagini e Metodologia del Portfolio nelle scuole di fotografia; fondatore e Presidente del Collettivo Fotografico Xima.

Scrivi un Commento

16 − tredici =