Scienza

Dare consigli aumenta la motivazione personale

dare-consigli-aumenta-la-motivazione-personale
Foto: pixabay.com

Dare consigli anziché riceverli sarebbe l’interpretazione più corretta per aumentare la motivazione personale.

Per la letteratura di auto-aiuto tradizionale, se non riesci a raggiungere un obiettivo, dovresti cercare dei consigli da qualcuno. Cercando qualcuno che ha ottenuto il posto di lavoro, ha avuto la promozione, è riuscito a perdere peso o ha creato la stabilità finanziaria che desideri. Dì a questa persona qual è il tuo problema. Poi fai come ti dice.

Secondo due psicologhe di spicco, questa teoria, non è semplicemente inflazionata, è del tutto sbagliata. La loro ricerca suggerisce che la chiave per la motivazione è dare consigli, non riceverli.

Lauren Eskreis-Winkler, psicologa a Wharton e Ayelet Fishbach, docente di scienze comportamentali alla University of Chicago Booth, lo scrivono su MIT SMR. Esse spiegano che gli psicologi sanno da tanto tempo che i problemi di autocontrollo sono connessi a una mancanza di motivazione per trasformare la conoscenza in fatti.

Abbiamo deciso di sconvolgere l’approccio standard: e se invece di cercare consigli, li dessimo alla gente che ha gli stessi problemi?

Per rispondere a questa domanda, hanno condotto una serie di esperimenti. Lo scopo era permettere alle persone con problemi di autocontrollo di dare consigli ad altri con gli stessi problemi. I campioni di popolazione analizzati includevano adulti disoccupati e bambini rimasti indietro a scuola. In particolare, gli adulti che faticavano a trovare lavoro, con problemi a risparmiare denaro o a gestire la rabbia.

Sebbene dare consigli non conferisce nessuna nuova informazione a colui che li dispensa, abbiamo pensato che ne incrementasse il livello di fiducia. La fiducia nell’abilità può stimolare la motivazione e il raggiungimento di obiettivi anche più dell’abilità stessa.

I risultati suggeriscono che la loro tesi è corretta. In uno studio, alcuni disoccupati hanno fornito consigli ai loro pari ugualmente demotivati. Dopodiché tutti i partecipanti hanno letto dei consigli per la ricerca del lavoro, da The Muse, un sito di consigli sulla carriera. Dopo lo scambio di consigli, il 68% degli individui disoccupati, si sentiva più motivato a cercare un lavoro dopo aver dato consigli rispetto all’averli solo ricevuti.

Le due ricercatrici hanno similmente constatato che il 72% delle persone con difficoltà a risparmiare soldi ha dichiarato di sentirsi più motivata a risparmiare denaro dopo aver dato consigli, rispetto a dopo averne letti alcuni da America Saves. Il 77% degli adulti con difficoltà a gestire la rabbia ha dichiarato di sentirsi più motivato a controllare il proprio carattere dopo aver dato dei consigli al riguardo. Il 72% degli adulti con difficoltà a perdere peso ha dichiarato che dare consigli sulla perdita di peso, li ha fatti sentire più sicuri, rispetto all’ascoltare consigli dai nutrizionisti.

Ancor più sorprendente, i partecipanti all’esperimento erano totalmente inconsapevoli dell’efficacia del dispensare consigli.

Si aspettavano consistentemente di essere meno motivati nel dare consigli, piuttosto che riceverli.

Questa falsa aspettativa probabilmente deriva dalla presunzione che una prestazione inferiore sia determinata dalla mancanza di conoscenza. Infatti le persone poco motivate spesso sanno cosa devono fare per avere successo ma non mettono in pratica la loro conoscenza.

Le persone pensano che coloro che hanno fallito nel seguire una dieta, siano sprovvisti della conoscenza necessaria. La verità è che ne sanno alquanto ma non mettono in pratica la loro conoscenza.

Dare consigli, in opposizione al riceverli, sembra aiutare le persone poco motivate perché porta al riflettere sulla propria conoscenza. Dunque se sei completamente allo sbaraglio riguardo le risorse o le strategie necessarie per il progresso, chiedere consiglio può essere un’ ottimo primo passo. Ma se conosci il da farsi, dare consigli può darti quella motivazione che ti manca.

Le buone notizie sulla psicologia anche in questi articoli

Chi rimanda i propri impegni ha una struttura celebrale differente

Il momento migliore della giornata per fare qualsiasi cosa, secondo la scienza

Vuoi ricevere anche tu le buone notizie di epeira.it? Unisciti agli altri 937 iscritti. Ti manderemo una mail a settimana con una accurata selezione di buone notizie.

Scrivi un Commento

venti + quattro =