Marilina Piccirillo è un’oncologa dell’Università di Napoli premiata a Toronto con il Cancer Trials Group per i nuovi trattamenti anticancro.

Da anni ormai medici specialisti, oncologi e ricercatori studiano per diagnosticare nuove tipologie di tumore per cercare le cure adatte più efficaci.

A rappresentare un importante traguardo in campo medico e grande orgoglio italiano è l’oncologa e ricercatrice napoletana dell’IRCCS partenopeo, Marilina Piccirillo.

E’ in Canada, che la sua attività di ricerca viene premiata.

La dottoressa è una giovane ricercatrice dell’Istituto tumori di Napoli che insieme al team della Unità Sperimentazioni Cliniche dell’Istituto Pascale, diretta da Francesco Perrone, è la coordinatrice, a livello internazionale, di uno studio all’avanguardia per il trattamento del mesotelioma pleurico con uno dei più promettenti farmaci immunoterapici oggi disponibili, il pembrolizumab.

Lo studio è condotto insieme ai ricercatori di vari Istituti oncologici italiani ma anche canadesi e, a breve, si aggiungeranno altri ricercatori inglesi.

Come spiega l’oncologa “Il mesotelioma è un tumore piuttosto raro, ma con grande rilevanza sociale poiché causato dalla esposizione all’amianto. Siamo riusciti a costruire un network dei centri di oncologia Italiani localizzati nelle aree più a rischio per questo tumore. Contiamo di giungere ai primi risultati e, quindi, alla conclusione della ricerca, nel giro dei prossimi due anni”.

La speranza è che l’immunoterapia dia i risultati auspicati e possa diventare un’arma in più contro una malattia che è molto difficile da trattare con successo.

La luminare il 27 aprile riceverà a Toronto il premio 2018 del Cancer Trials Group Canadese, prestigiosa istituzione da anni in prima linea nella sperimentazione clinica di nuovi trattamenti anticancro.

Fonte: ansa.it

Vuoi ricevere anche tu le buone notizie di epeira.it? Unisciti agli altri 284 iscritti. Ti manderemo una mail a settimana con una accurata selezione di buone notizie.

Riguardo l'autore

Daniele D'Amato

Daniele D'Amato

Direttore Responsabile. Giornalista, fotografo e insegnante; lauree in Scienze della Comunicazione e in Sociologia e Ricerca Sociale; masters in DSA e in ADHD. Fondatore e Presidente dell’associazione fotografica Photosintesi per 10 anni; fondatore e direttore editoriale della testata fotografica IVISIVI; Amministratore dello studio fotografico Comunickare; Collaboratore di “Fotografia Reflex”; docente di Linguistica delle immagini e Metodologia del Portfolio nelle scuole di fotografia; fondatore e Presidente del Collettivo Fotografico Xima.

Scrivi un Commento

19 − dieci =