Ophelia Morgan è una bambina di tre anni della contea di Hereford nel Regno Unito. Alcuni test hanno dimostrato che è la bambina più intelligente del mondo. Possiede infatti un quoziente intellettivo pari a 171 (maggiore di quello di Einstein).

La piccola a soli otto mesi ha pronunciato la sua prima parola e prima di molti altri bambini ha imparato a riconoscere e scrivere le lettere, a contare e apprendere i nomi dei colori.

La mamma ha iniziato a capire quanto fosse speciale quando la bambina ha iniziato ad andare all’asilo nido. Ophelia infatti, giocando con gli altri bambini e svolgendo le normali attività, ha dimostrato di essere sempre un passo più avanti rispetto agli altri bambini della sua stessa età (e anche più grandi di lei).

Dopo la consulenza con una psicologa londinese, la madre ha avuto la conferma che la sua bambina ha un quoziente intellettivo superiore alla norma. Le sue capacità corrispondono a quelle di un bambino che ha più del doppio della sua età. Inoltre il dono di Ophelia è abbastanza raro, solo lo 0,03 % dell’intera popolazione mondiale lo possiede.

Bisogna ricordare però che questa bambina così speciale ha solo tre anni e sarebbe davvero sbagliato caricarle da subito la responsabilità di un tale primato.

Ophelia Morgan vive una vita assolutamente normale.

Le piace leggere i libri con i suoi genitori, si diverte a giocare al computer con i numeri e le lettere e passa molto tempo con i suoi cugini. E’ una bambina molto attiva e non sta mai ferma, e viene trattata come tutti i bambini della sua età. Inoltre la mamma ha aggiunto che qualsiasi cosa Ophelia voglia fare in futuro lei e suo marito saranno felici di sostenerla, e cercheranno sempre di non aggiungere pressione a quello che è già un primato e una grossa responsabilità.

Le buone notizie sull’intelligenza anche in questi articoli

William Maillis, ragazzino prodigio si laurea a 11 anni

Bisognerebbe insegnare ai bambini a fallire

Vuoi ricevere anche tu le buone notizie di epeira.it? Unisciti agli altri 78 iscritti. Ti manderemo una mail a settimana con una accurata selezione di buone notizie.

Riguardo l'autore

Daniele D'Amato

Direttore Responsabile. Giornalista, fotografo e insegnante; lauree in Scienze della Comunicazione e in Sociologia e Ricerca Sociale; masters in DSA e in ADHD. Fondatore e Presidente dell’associazione fotografica Photosintesi per 10 anni; fondatore e direttore editoriale della testata fotografica IVISIVI; Amministratore dello studio fotografico Comunickare; Collaboratore di “Fotografia Reflex”; docente di Linguistica delle immagini e Metodologia del Portfolio nelle scuole di fotografia; fondatore e Presidente del Collettivo Fotografico Xima.

Scrivi un Commento

diciotto − 14 =