Società

Il DNA sintetico potrebbe essere realtà

dna sintetico

Grazie a una ricerca portata della Cornell University il DNA sintetico, capace di auto-rigenerarsi e provvedere autonomamente anche al proprio metabolismo potrebbe essere una realtà.

Questo nuovo DNA sintetico è completamente autonomo, capace di provvedere alla propria ricostruzione genetica e al suo fabbisogno energetico.

L’intero sistema è reso possibile partendo da un gruppo di 55 nucleotidi moltiplicati grazie alla tecnica DASH (Dynamic Allele-Specific Hybridization). Questa tecnica permette la moltiplicazione per centinaia di volte creando così una catena di DNA sintetico.

Questo nuovo materiale è in grado di assorbire energia autonomamente. Inoltre se inserito in un sistema ricco di nutrienti, questo si muove nella direzione del cibo. Infine la sua coda si stacca e si decompone, spostandosi a sua volta verso altra fonte di energia, quindi altro cibo.

Tutto troppo vivo. Il DNA sintetico può preoccuparci?

I ricercatori tranquillizzano comunque gli scettici. Infatti chiunque creda che questa scoperta possa essere utilizzata nella medicina può stare tranquillo. Gli scienziati mirano a utilizzarlo solo ed esclusivamente in ambito meccanico. In questo campo si possono creare nuovi sistemi meccanici abili ad auto-ripararsi e auto-alimentarsi.

La preoccupazione di molti però consiste nel fatto che la già sottile linea che separa il naturale dall’artificiale possa definitivamente spezzarsi e magari dare vita a catastrofi, come già ampiamente visto in moltissime opere cinematografiche. Nei film infatti si vedono spesso forme di vita artificiali prendere il controllo totale e governare così l’intero pianeta.

Ma viviamo in un mondo in cui spesso, a pensar male s’indovina. il DNA sintetico scoperto dagli scienziati però non può fermare il normale svolgersi del progresso scientifico. Semmai, dovremmo tutti avere quel minimo di etica professionale e morale che permetta a tutti di dormire sonni tranquilli. Solo in questo modo in futuro potremo essere rassicurati dai ricercatori della Cornell University che lo scenario cinematografico paventato poc’anzi, resti solo nella rappresentazione scenica.

Resta tutto il grande passo avanti della scienza e la speranza che tutta l’umanità possa beneficiarne.

Vuoi ricevere anche tu le buone notizie di epeira.it? Unisciti agli altri 312 iscritti. Ti manderemo una mail a settimana con una accurata selezione di buone notizie.

Scrivi un Commento

cinque × due =