Società

La nuova vita delle librerie Mollat

la-nuova-vita-delle-librerie-mollat

Le librerie francesi della catena Mollat stanno vivendo un nuovo periodo di splendore grazie ai suoi dipendenti.

Dal 2013 infatti la catena ha aperto un account instagram e alcuni dipendenti, probabilmente annoiati, hanno iniziato a usare a modo loro. Avendo probabilmente maggiore tempo a disposizione hanno pensato di fotografare e mettere sul social network le immagini che mescolano le copertine dei libri con loro stessi. L’idea si è propagata a macchia d’olio e anche i colleghi delle altre città hanno iniziato a fare altrettanto.

Così l’idea è stata subito vincente e presto i dipendenti son passati a fotografare gli stessi clienti in simbiosi con le copertine dei libri. Ora è diventata una vera e propria moda, tanto che molti entrano in libreria solo per farsi la foto con un libro per vederla pubblicata sul social network.

Le librerie Mollat sono nate a Bordeaux in Francia, alla fine del XIX secolo.

Albert Mollat, originario di Cantal ne era il proprietario. A lui si è succeduto il cugino e poi via via l’attività si è ingrandita ed espansa sempre di più fino a diventare oggi la terza catena di librerie francesi per importanza e superficie occupata.

Oggi la catena è ancora nella mani della famiglia Mollat e le librerie hanno una struttura più o meno fissa. E’ organizzata in 15 aree, ciascuna con la sua specialità. Scienze sociali, romanzi, filosofia, lingue e molto altro. Oggi si è arricchita di musica, gallerie espositive e sale conferenze. Dal 1991 è anche una casa editrice alla cui direzione c’è Denis Mollat e Sandrine Aguerre.

La politica editoriale delle edizioni Mollat è basata sulla cultura regionale, le religioni, l’architettura, gli eventi e il vino. In media essa pubblica due o tre titoli l’anno ma che oggi hanno anche un discreto riscontro.

La galleria che segue è solo un esempio di ciò che si può trovare sull’account instagram della catena di librerie.

Vuoi ricevere anche tu le buone notizie di epeira.it? Unisciti agli altri 933 iscritti. Ti manderemo una mail a settimana con una accurata selezione di buone notizie.

Scrivi un Commento

1 × quattro =