Lo scorso 18 giugno a Parigi una donna ha partorito in metro aiutata da due passeggeri. Al bambino è stato offerto il trasporto gratuito su tutta la sua rete dell’Ile-de-France fino a quando compirà 25 anni.

La donna si trovava sulla metro A, una delle linee della metropolitana parigina, quando è entrata in travaglio. Non essendo in grado di arrivare in tempo in ospedale, la donna ha dato alla luce al bambino intorno alle 11.30 nella stazione di Auber, vicino all’Opéra di Parigi. E’ stata aiutata da due passeggeri che, intanto, avevano chiesto aiuto. Successivamente tre pompieri che hanno preso il controllo della situazione.

Dopo il parto, madre e figlio sono stati raggiunti dai soccorritori e sono stati poi trasportati nella clinica più vicina.

A dare la notizia della nascita del bambino è stata la Ratp, la compagnia che gestisce il trasporto pubblico nella città di Parigi, con un post su Twitter.

“La metro linea A è lieta di annunciarvi che il bambino appena nato beneficerà di un abbonamento del trasporto pubblico per tutta la rete Ratp fino ai 25 anni”, spiega l’azienda su Twitter.

Il neonato, quindi, avrà diritto a viaggiare gratuitamente sulle linee gestite dall’azienda Ratp fino al venticinquesimo anno di età.

La direzione della metro francese ha dovuto interrompere il traffico tra le stazioni di Charles de Gaulle/Etoille e Nation mentre la donna stava partorendo. Il servizio è stato ripristinato nel corso della giornata.

«Una nascita in metropolitana è un evento abbastanza raro», ha commentato il tenente colonnello dei vigili del fuoco Gabriel Plus. «Il più delle volte, quando veniamo chiamati per aiutare donne incinte, andiamo a casa loro».

Non è la prima volta che si verifica un episodio simile: una donna thailandese, aveva partorito sua figlia a bordo di un volo China Airlines. La compagnia aerea aveva offerto alla neonata voli gratis sino al compimento dei suoi 18 anni.

Vuoi ricevere anche tu le buone notizie di epeira.it? Unisciti agli altri 77 iscritti. Ti manderemo una mail a settimana con una accurata selezione di buone notizie.

Riguardo l'autore

Rita Carbonara

La vera patria di Rita è l’Inghilterra. Le chitarre, James e Graham Jonathan fanno parte di questo mondo incantato che Rita usa per scaricare tutta l’energia accumulata durante la giornata. La lettura è uno dei rifugi in cui si trova meglio, specie se si tratta di Dickens. Esploratrice, ama i dettagli e mettere nero su bianco tutto per poi rivivere i momenti più belli all’infinito.

Scrivi un Commento

diciassette + 2 =