Questa settimana, per la seconda volta nell’arco di poco tempo, il principe William e sua moglie Kate Middleton hanno preso un volo di linea per tornare a casa dopo una vacanza a Balmoral, in Scozia.

William e Kate sono stati visti con i loro tre bambini mentre salivano a bordo di un volo Loganair lo scorso 26 agosto, all’aeroporto di Aberdeen.

I reali sono stati accolti sull’aereo dal pilota e accompagnati dalla tata Maria Borallo e da un uomo che si pensa sia una guardia del corpo.

William e Kate sono arrivati all’Aeroporto Internazionale di Norwich lo stesso giorno verso le 15,40 e si pensa che il costo totale del viaggio per tutta la famiglia sia aggiri attorno alle 365 sterline.

La coppia e i bambini hanno fatto ritorno a casa dopo una vacanza a Balmoral con la Regina e il Principe Filippo. E’ qui che in genere i Duchi trascorrono la il bank holiday weekend.

La decisione di prendere un aereo di linea è immediatamente successiva all’accusa mossa dai media al principe Harry e Meghan Markle. I due sono stati etichettati come ipocriti per aver denunciato i problemi ambientali e successivamente aver fatto uso di jet privati per viaggi in tutta Europa.

I duchi di Sussex, infatti, hanno preso quattro jet privati in soli undici giorni. Ogni volo avrebbe generato sette volte più emissioni rispetto a quanto sarebbe stato emesso da un volo di linea.

William e Kate inoltre avevano già preso un volo di linea low cost da Norwich la settimana scorsa.

I cinque, come testimonia un video del Daily Mail, sono partiti dall’aeroporto di Norwich, poco lontano dalla loro casa di campagna nel Norfolk diretti a quello di Aberdeen. Il costo di un biglietto? Settantatré sterline, ossia 80 euro. Una cifra che la stampa britannica ha immediatamente paragonato ai costi dei voli dei Sussex: circa 20 mila euro a viaggio.

Vuoi ricevere anche tu le buone notizie di epeira.it? Unisciti agli altri 255 iscritti. Ti manderemo una mail a settimana con una accurata selezione di buone notizie.

Riguardo l'autore

Rita Carbonara

Rita Carbonara

La vera patria di Rita è l’Inghilterra. Le chitarre, James e Graham Jonathan fanno parte di questo mondo incantato che Rita usa per scaricare tutta l’energia accumulata durante la giornata. La lettura è uno dei rifugi in cui si trova meglio, specie se si tratta di Dickens. Esploratrice, ama i dettagli e mettere nero su bianco tutto per poi rivivere i momenti più belli all’infinito.

Scrivi un Commento

dieci − sette =