Anna Basta, una bolognese 17 enne, conquista a Sofia i Mondiali di ginnastica ritmica insieme alle Farfalle azzurre.

Anna, classe 2001, compirà 18 anni il 23 di Gennaio.
La più giovane componente della Nazione di Ginnastica ritmica, si è aggiudicata il posto sul gradino più alto del podio dei Mondiali di Sofia, insieme alle altre colleghe di squadra.

La giovanissima ginnasta Anna Basta è già sul tetto del mondo.

Ancora fanciulla è già il volto e il simbolo della squadra italiana del suo sport. Ha iniziato a praticare la Ginnastica ritmica alla tenera età di quattro anni. Dopo essersi tesserata –nel 2015- con la Polisportiva Ponte Vecchio di Bologna, in nazionale juniores, nel 2016 entra a far parte delle Farfalle della nazionale senior.

Nel 2017, Anna Basta è divenuta campionessa nei cinque cerchi con la nazionale azzurra. Ha conquistato tre medaglie agli europei di Guadalajara 2018 e tre a Sofia. Anna era infatti presente nel sestetto che ha conquistato l’oro, grazie alla sua impeccabile esecuzione dell’esercizio misto con tre palle e due funi sulle note di Eye of the Tiger dei Survivor.

Le Farfalle azzurre, si erano già portate a casa due medaglie: l’argento nel concorso all-around a squadre, qualificandosi alle Olimpiadi di Tokyo 2020. Il punteggio complessivo consta di 44.825 punti, precedendo la Bulgaria  con 42.050 punti, piazzandosi alle spalle della Russia con 46.300 punti. E ancora, il bronzo nella finale di specialità nell’esercizio dei cinque cerchi, ospitate presso la Armeec Arena di Sofia, in Bulgaria.

Le Farfalle azzurre, allenate da Emanuela Maccarani, hanno così terminato i Mondiali di Sofia aggiudicandosi il secondo posto nel medagliere con 22.550 punti, alle spalle della Russia, considerata “inarrivabile” , con 22.200 punti e l’Ucraina che ha conseguito 21.400 punti. In più con la soddisfazione di andare a podio in tutte e tre le specialità di squadra.

Siamo creature in grado di volare

Con queste parole, che descrivono in pieno anche il nome della squadra – Farfalle Azzurre, – Anna Basta incita a tutti di seguire i propri sogni. Le difficoltà ci saranno sempre, ma non bisogna mai smettere di sognare.

Le buone notizie sportive anche in questi articoli

Shadia Bseiso è la prima donna wrestler araba senza veli

Diego Armando Maradona: caduto a causa della droga e rinato grazie alla famiglia

Vuoi ricevere anche tu le buone notizie di epeira.it? Unisciti agli altri 284 iscritti. Ti manderemo una mail a settimana con una accurata selezione di buone notizie.

Riguardo l'autore

Rita Stefano

Rita Stefano

Nasce prima del previsto perché la cicogna non vedeva l'ora di atterrare. E' una ragazza alla mano, simpatica e solare; riesce a trovare il lato positivo in ogni cosa. Non ha peli sulla lingua e perciò schietta e diretta, spesso con il rischio di sembrare inopportuna. Frequenta il Liceo e il Conservatorio. Le sue giornate vengono scandite dal suono del pianoforte, al quale corrisponde un'emozione per ciascun tasto. Ama le lingue, viaggiare e fotografare i momenti più belli.

Scrivi un Commento

10 − sette =