Voi la conoscete la storia di due sorelle che non sanno minimamente l’esistenza l’una dell’altra? Oggi ve la racconto io; protagoniste di questa vicenda meravigliosamente sconcertante sono Tiziana ed Antonella.

Tiziana ed Antonella sono due sorelle separate da piccole, adottate da due famiglie che vivono molto lontano l’una dall’altra: Tiziana vive e cresce a Nardò, in provincia di Lecce, mentre Antonella in Belgio da quando si è sposata. Per i loro primi 50 anni di vita crescono a 1912.40 km  di lontananza; improvvisamente, il 7 Gennaio 2021, la vita decide di farle incontrare tramite Facebook.

Tutto ha inizio su uno dei gruppi di cui consta questo Social Network: “Ti cerco, Appelli di persone che cercano le loro origini e i propri cari”.

La prima a scrivere è Tiziana all’alba del 6 Gennaio 2021: “Mi chiamo Tiziana, sono nata a Nardò il 9 Aprile del 1970 e sono stata battezzata nella Chiesa Madre Maria Santissima Assunta il 6 Giugno dello stesso anno. Dopo qualche giorno sono stata adottata da una famiglia di Reggio Calabria ed ho scoperto solo l’anno scorso di essere stata adottata, dopo la morte di mia madre adottiva. Ho scoperto che anche la mia vera mamma è morta, così come di avere altri fratelli tra cui due gemelli nati dopo di me ed adottati da un avvocato di Lecce. Io desidererei conoscere qualcuno di loro se fosse possibile, ma senza stravolgere la vita di nessuno. E poi ci terrei a sapere il nome della mia vera mamma per poter portare un fiore sulla sua tomba e conoscere il suo volto. Spero in un vostro aiuto, grazie.”

In pochissimo tempo, questo appello riceve ben oltre ottocento condivisioni e dopo un paio d’ore, ecco che si fa viva una donna. Scrive da Nardò: “Io vivo a Nardò ed anch’io sono stata adottata. Nel chiedere informazioni sulle mie origini, ho saputo di avere una sorella di nome Tiziana ed adottata a Reggio Calabria. Io sono quella della foto. Se noti qualche somiglianza, fammelo sapere”.

Effettivamente, le due donne non solo si somigliano, ma sono praticamente identiche.

Dopo ben mezzo secolo, Tiziana ed Antonella si incontrano e, finalmente, hanno la possibilità di viversi, abbracciarsi e volersi bene come fanno tutte le sorelle.

Antonella, dopo aver rimesso a posto i tasselli mancanti della sua vita, afferma: “E’ stato bello ritrovare Tiziana dopo così tanti anni. Ho deciso di scriverle perché ho letto nel suo post date e luoghi che coincidevano ed ho fatto bene! E’ stata una cosa completamente inaspettata. Ho visto la foto di copertina che ha su Facebook ed è stato come guardarsi allo specchio!”.

Sicuramente, per Tiziana ed Antonella, il nuovo anno è iniziato nel migliore dei modi: ha fatto loro il regalo più bello che una persona nella loro situazione possa desiderare!

Vuoi ricevere anche tu le buone notizie di epeira.it? Unisciti agli altri 58 iscritti. Ti manderemo una mail a settimana con una accurata selezione di buone notizie.

Riguardo l'autore

Rita Stefano

Rita Stefano

Nasce prima del previsto perché la cicogna non vedeva l'ora di atterrare. E' una ragazza alla mano, simpatica e solare; riesce a trovare il lato positivo in ogni cosa. Non ha peli sulla lingua e perciò schietta e diretta, spesso con il rischio di sembrare inopportuna. Frequenta il Liceo e il Conservatorio. Le sue giornate vengono scandite dal suono del pianoforte, al quale corrisponde un'emozione per ciascun tasto. Ama le lingue, viaggiare e fotografare i momenti più belli.

Scrivi un Commento

tredici − 8 =